Please wait...



IL TRAINING AUTOGENO BIONOMICO


Il nostro Training Autogeno: perché Bionomico


Training Autogeno Bionomico

Training autogeno bionomicoIl nostro training autogeno, coerentemente con l”impostazione originaria del suo ideatore I.H. Schultz e con gli sviluppi e gli approfondimenti apportati dalla Scuola Superiore di Psicoterapia Bionomica di Cagliari (diretta dal Dott. Walter Orrù) è concepito secondo i principi bionomici, o “leggi della vita”, principi presenti in tutti gli organismi viventi e che spingono ogni individuo ad autorealizzarsi in funzione di proprie specifiche potenzialità ed in modo coerente con il proprio unico e personale “piano di vita”.

Il training autogeno così inteso viene proposto come una tecnica analitica, immaginativa e simbolica volta non solo al raggiungimento di un profondo rilassamento, ma anche all’esplorazione dei vissuti corporei e all’analisi dei vissuti immaginativi, simbolici e archetipici che affiorano durante la corretta esecuzione dei vari esercizi sia del ciclo inferiore che del ciclo superiore.

“Bionomia” (da “bios” vita e “nomos” legge) è il nome che abbiamo scelto per il nostro Centro, ad indicare il valore che deve essere attribuito al “bios”, e cioè alla vita organica e ai principi bionomici che regolano il funzionamento vitale di ogni organismo.

L’impostazione bionomica attribuisce grande importanza all’autoregolazione autogena delle funzioni neurovegetative la quale è alla base dell’espansione di coscienza che si ottiene con la corretta esecuzione degli esercizi.

L’introspezione, favorita dall’acquisizione della capacità di entrare nello specifico e particolare stato di coscienza chiamato “stato autogeno”, induce infatti l’emergere di immagini simboliche dal forte effetto sanante. L’analisi di queste immagini condotta con le varie tecniche analitiche, unitamente all’attenzione al linguaggio simbolico corporeo, sono gli strumenti propri della psicoterapia autogena bionomica, della quale il training autogeno è il punto di partenza, per certi versi il cardine.

Oltre agli interessanti risvolti teorici ed applicativi, riteniamo che questa pratica consenta di veicolare un messaggio importante anche a livello culturale, rispetto al sempre più frenetico “way of life” diffuso nella nostra società, attraverso l’invito a “fermarsi ed ascoltarsi” che viene posto, in prima battuta, a chi si avvicina al metodo. Imparando a farlo con costanza (principio allenativo), ridonando senso alla dimensione rituale e ritrovando fiducia nei riguardi di quella saggezza biologica della quale siamo portatori.


Dott.ssa Laura Borgialli

P.IVA 06628070010  | © 2017 |

Dott.ssa Anna Ambiveri

P.IVA 11298580017  | © 2017 |

Dott.ssa Laura Soliman

C.F. SLMLRA77E55A479S